Impressioni da Dublino

Durante il suo tirocinio post laurea a Dublino, Amanda Disa ha intervistato i colleghi del centro giovani in cui ha lavorato per qualche mese. 

"È il caso di presentarsi! Mi chiamo Amanda, 27 anni. Originaria di Monza, adottata dal Trentino negli ultimi 3 anni, alla ricerca di un posto di lavoro nel mondo.Scrivere articoli non è il mio forte... ma per un motivo o per un altro eccoci qua!

Conseguita la laurea magistrale a Trento, sono partita per uno stage in Irlanda. Più precisamente ho vissuto due mesi a Dublino, grazie ad una delle tante opportunità di mobilità messe a disposizione dall’Università e dall’Unione Europea: il famigerato Erasmus+ che, sì, vale anche per le esperienze professionali.

Grazie ad Elisabetta ed Altrove Reporter che mi hanno suggerito di improvvisarmi inviata, ho pensato di intervistare qualche expat per raccogliere alcuni punti di vista su Dublino e sulla loro esperienza lontano da casa. Una cosa molto semplice, ma spero divertente! Alla fine rispondo anche io, eh!"

   

NOME/ETÀ: Sam, 19 anni.

DI: La Baule, Francia

DA QUANTO SEI QUI? 4 mesi

 

5 COSE POSITIVE/NEGATIVE CHE CARATTERIZZANO DUBLINO:

  1. Ho partecipato al primo Pride della mia vita. Una figata! L’atmosfera era veramente piacevole.
  2. La “Pub Culture”: molto interessante, incontri sempre tanta gente.
  3. “The food is so bad!” non richiede traduzioni.
  4. La città è molto cara (è dura senza rubare alla lidl). Facciamo finta che non l’abbia mai detto.
  5. È una capitale, incontri molte persone provenienti da ogni parte del mondo. Ottimo per i mondiali!

COSA TI MANCA DI CASA? 

La famiglia e il cibo. Le piccole cose che fai quotidianamente. Mi manca il mio ambiente sicuro, la mia comfort zone.

COSA TI MANCHERÀ DI DUBLINO? 

Mi mancherà vivere con i miei amici e compagni. La pizzeria El Capo.

NOME/ETÀ: Allyson, 22 anni.

DI: Dallas, Texas.

DA QUANTO SEI QUI? 3 settimane.

5 COSE POSITIVE/NEGATIVE CHE CARATTERIZZANO DUBLINO:

  1. I supermercati hanno meno roba, e non c’è aria condizionata da nessuna parte! Welcome to Europe!
  2. Mi piace il clima!Da notare che abbiamo trovato, a quanto pare, il miglior clima degli ultimi 40 anni. Non è esattamente rappresentativo, ecco!
  3. Bus dappertutto!Puoi facilmente arrivare ovunque e muoverti con i mezzi.
  4. Le persone sono più gentili e carine rispetto al Texas. Parlano più volentieri!
  5. I ristoranti non sono un granché. È tipo un “hit or miss”!

COSA TI MANCA DI CASA? 

“It has to be the food!” Rende abbastanza l’idea.

COSA TI MANCHERÀ DI DUBLINO?

Adoro poter camminare molto e dappertutto.

NOME/ETÀ: Nino, 19 anni.

DI: La Baule, Francia. Si, è un amico e compagno di studi di Sam!

DA QUANTO SEI QUI? 4 mesi.

5 COSE POSITIVE/NEGATIVE CHE CARATTERIZZANO DUBLINO:

  1. La nightlife e l’atmosfera delle strade nella notte.
  2. I supermercati aperti anche di notte!
  3. Gli shottini sono troppo cari.
  4. Vivere in 4 nella stessa camera...
  5. Lo sport, le partite. Soprattutto se viste sulla terrazza di Febers.

COSA TI MANCA DI CASA?

Gli amici, il cibo.

COSA TI MANCHERÀ DI DUBLINO?

La Guinness, i pub, la musica, le persone che incontri di notte.

NOME/ETÀ: Diane, 36 anni.

DI: San Paulo, Brazil

DA QUANTO SEI QUI? 4 anni

5 COSE POSITIVE/NEGATIVE CHE CARATTERIZZANO DUBLINO:

  1. È un posto sicuro, ho molta più paura nel mio paese. Gli irlandesi, poi, sono molto amichevoli e gentili.
  2. Un forte senso di libertà. Tutto quello che amo davvero è in Brasile, ma l’opportunità di vedere il mondo e la libertà non è da poco. Lì purtroppo stanno in una scatola.
  3. L’atmosfera, incontrare persone da ogni parte del mondo. 10 nazionalità diverse ad un party... è incredibile! Ho imparato come rispettare i costumi e le persone, anche grazie alla condivisione della casa.
  4. Una cosa non mi piace. Sono latina e non europea e non mi piace come ci trattano. Le leggi, le restrizioni per lavorare, gli orari... qui non ci sono intese con il mio paese, come magari succede per l’India. Se mi spostassi in Portogallo, sarei sicuramente più agevolata. C’è una sorta di pressione che non mi piace..
  5. Oh... il prezzo degli affitti è folle!

COSA TI MANCA DI CASA? 

Prima di tutto la famiglia. Mi manca la stabilità che ti può dare lavorare. Il clima ovviamente! E gli amici.

COSA TI MANCHERÀ DI DUBLINO? 

Le persone e l’atmosfera! È molto cosmopolita. Lidl, Tesco, Boots.. c’è la possibilità di comprare cose inaccessibili nel mio paese. I cosmetici, ad esempio, sono molto costosi in Brasile. ANCHE E SOPRATTUTTO LA NUTELLA! Mi mancherà Dublino...

Un giorno il mio capo mi disse “Only who lives in Dublin knows Dublin”.

NOME/ETÀ: Amanda, 27 anni.

DI: Mi sento di Monza Alto Adige.

DA QUANTO SEI QUI? 2 mesi.

5 COSE POSITIVE/NEGATIVE CHE CARATTERIZZANO DUBLINO:

  1. Camminare, camminare, camminare! Nella sua accezione positiva.
    Forse è vero, si fa di necessità virtù. Fatto sta che a Dublino si cammina molto e volentieri, specie se non piove. Il centro è “tutto lì” e si gira tranquillamente. Sono convinta che il mio corpo e la mia mente ne abbiano giovato.
  2. Pub culture! Mi unisco agli altri intervistati nel dire che frequentare un qualsiasi pub, sempre pieno, è di per sé un’esperienza. Farsi una pinta con colleghi o amici IT’S A THING!
  3. Le giornate lunghe. In estate chiaramente. La luce che scompare dopo le 22:30 rende le tue giornate molto più lunge e fruibili. Seriamente, la mia produttività è cresciuta del 75%.
  4. Youth Work Ireland: il mio posto di lavoro. Non posso non citare il luogo che mi ha fatta crescere molto professionalmente, dove ho conosciuto amici e colleghi. Ci siamo sentiti parte di qualcosa e valorizzati per le nostre competenze.
  5. Le note dolenti:i prezzi. Ebbene sì, Dublino è molto cara rispetto ai nostri standard. Mi piace pensare che siano proporzionati agli stipendi (che sono, per legge, 10€ l’ora minimo) ma di fatto per studenti erasmus, stagisti e ragazzi è dura. Specialmente gli affitti, che stanno rendendo la città inaccessibile anche agli stessi irlandesi.

COSA TI MANCA DI CASA? 

A costo di essere banale, il cibo. La frutta fresca, il banco salumeria nei supermercati, la semplicità dei sapori. Sia chiaro, anche qui c’è del buono!

I prezzi ragionevoli dei mezzi pubblici.

COSA TI MANCHERÀ DI DUBLINO? 

Il dover camminare, IL SIDRO di mele, il pesce fresco ed in particolare il salmone affumicato, mio unico amore, a prezzi bassi. La meritocrazia a lavoro. Ma soprattutto l’esistenza e il riconoscimento dello YOUTH WORK e dei relativi professionisti – deformazione professionale.

 

Venerdì, 27 Luglio 2018 - Ultima modifica: Mercoledì, 01 Agosto 2018

© 2018 Altrove Reporter powered by ComunWEB con il supporto di OpenContent Scarl